Donne, religioni, vecchi e nuovi schermi

L'edizione 2016 del Religion Today Filmfestival, dedicata alle donne e alle relazioni di genere, vede il significativo rilancio della consolidata partnership con FBK Fondazione Bruno Kessler, in particolare con i centri per le scienze religiose e le tecnologie dell'informazione, con più appuntamenti che approfondiranno il tema dell'anno dal punto di vista dell'innovazione religiosa, anche in riferimento al successo planetario delle nuove serie Netflix e con l'ausilio di tecnologie di realtà aumentata e di analisi semantica del linguaggio naturale.

Come viene rappresentata l'esperienza religiosa femminile? Come i rapporti tra i generi in diverse religioni e contesti? La religione è vista come un tratto sociale o come un'eccezionalità, un elemento di rottura/frattura con la realtà quotidiana? Quali differenze emergono nella rappresentazione delle diverse religioni? A queste domande si proverà a rispondere, esplorando come la rappresentazione della religione nella vita delle donne si costruisce in rapporto alla costruzione della soggettività delle protagoniste e dei protagonisti di film e serie tv. Attraverso i testi dei sottotitoli, le recensioni, i trailers e le immagini del piccolo e grande schermo saranno esplorate le modalità di rappresentazione del femminile e i modelli culturali che da tali rappresentazioni emergono: i meccanismi di significazione del corpo, della soggettività e della differenza di genere, anche in relazione alla pratica della fede religiosa.

 

TRENTO
via Santa Croce 77 
FBK, Aula grande

sabato 8 ottobre, ore 10.30
A proposito di Netflix: questioni religiose e di genere all'interno delle serie tv
In pochi anni la qualità delle serie tv è aumentata esponenzialmente, trasformando il genere da fenomeno di costume a forma artistica, capace di affrontare tematiche di grande attualità. È questo l’esempio di Orange is the New Black e Sense8, produzioni Netflix che sviluppano al proprio interno il tema religioso e delle relazioni di genere in modo profondo e innovativo. Durante il seminario si discuterà di come questi due temi siano trattati all'interno delle due serie tv, con interventi di Alberta Giorgi (Centre for Social Studies, University of Coimbra), Marco Stranisci (Benvenuti in Italia) e Federica Turco (Università di Torino). Estrazione automatica delle parole chiave fornita dal gruppo Digital Humanities di FBK-ICT.
 

giovedì 13 ottobre, ore 17.30 
Dalla parte di Eva. Religioni e relazioni di genere
Figure attive e cruciali delle tradizioni religiose, le donne sono state spesso penalizzate da una trasmissione del sapere religioso per lo più fatto da uomini a uso di altri uomini, ma oggi stiamo assistendo al nascere di nuovi modelli e nuovi ruoli delle donne nelle religioni. Perché le donne partecipano attivamente al culto nonostante in molte religioni siano escluse dalla gestione di quello stesso sacro cui attingono? Come si spiega la ribalta femminile in molti movimenti religiosi e politici? Ne parleranno tre donne religiose - Nibras Breigheche (teologa musulmana), Elena Seishini (monaca buddista), Selene Zorzi (teologa cattolica, ex monaca) - in dialogo con Anna Fedele (Center for Research in Anthropology - Lisbon University Institute).
 

FBK, Hall principale

sabato 8 ottobre - sabato 15 ottobre
Fermo-immagine: una mostra in realtà aumentata su donne e religione

La realtà aumentata, profezia del cinema di fantascienza degli anni Ottanta e Novanta, è oggi largamente diffusa e si presta a numerosi utilizzi: dalla domotica agli allestimenti artistici. Il Festival ospiterà una mostra tematica basata su questa tecnologia. Venti quadri, venti fermo-immagine di film che, inquadrati con lo smartphone, attiveranno alcuni estratti e altri contenuti informativi e che guideranno i visitatori lungo un itinerario cinematografico sul rapporto tra donne e religione. Orari: lun-ven 9.00-19.00, sab 9.00-12.30