KANDIA

regista: 
Hamado Tiemtoré,
nazione: 
Italia-Burkina Faso
anno: 
2014
categoria: 
doc
durata: 
14'
sezione: 
Giuria Cinformi Centro Informativo per l’Immigrazione P.A.T.
edizione festival: 
2015
Nella lingua Bambara, in Burkina Faso, il termine Kandia, composto dalle parole Kan (voce) e Dia (bellezza), significa la bella voce, ma anche la bellezza che la voce produce. Nel cuore di Lecce in Puglia, un coro di voci canta la propria umanità in italiano, tamil, swahili… Un esempio concreto di integrazione e di incontro tra “migranti” e “autoctoni” diverso da quello proposto dai media, al di là dei luoghi comuni polarizzanti e criminalizzanti: un atto semplice, umano, nel quale un uomo è uguale a una voce.