18° RTFF: VINCITORI E BILANCIO

Lunedì, 19 Ottobre, 2015

Dopo giorni di intenso lavoro, le giurie speciali e la giuria internazionale si sono espresse e hanno scelto le opere vincitrici del 18° Religion Today Filmfestival, quest'anno dedicato al tema "Questioning God. Il dubbio e la fede". Di seguito il link al comunicato stampa e all'elenco completo dei premi con le relative motivazioni.

Dopo la cerimonia di premiazione e la proiezione di "Siddharth", vincitore del Gran premio "Nello spirito della fede", una selezione degli altri film premiati è stata presentata ieri ad una platea gremita presso il Centro Ecumenico Culturale Bernardo Clesio di Trento. Questa sera il festival mantiene anche la sua dimensione regionale, con la tappa a Merano presso l'Università popolare Urania in collaborazione con UPAD. Dopo un convegno a Roma presso l’Università Pontificia Salesiana (9 novembre) e la tappa tradizionale presso la comunità di Nomadelfia, con tre giorni di proiezioni ed eventi aperti anche alle scuole grossetane (19-21 novembre), riprenderanno infine gli scambi con i partner internazionali, da Gerusalemme al Bangladesh. 

Intanto però si celebra il bilancio positivo dell'edizione trentina, dai commenti positivi raccolti dalla platea ai numeri che confermano sia la dimensione internazionale del festival, sia l'affezione del pubblico locale: 55 film in concorso provenienti da 27 paesi di 5 continenti, 40 ospiti dall'Italia e dal mondo, 1 convegno internazionale, 1 spettacolo teatrale, presentazioni di libri, concerti ed eventi speciali, 7 matinée per le scuole a Trento, Rovereto, Borgo Valsugana, Arco per un totale di oltre 1500 studenti di ogni ordine e grado, circa 2500 presenze nella sola città di Trento con il coinvolgimento di vecchi e nuovi cittadini e di un gruppo di richiedenti asilo raggiunti grazie alla nuova sezione migranti.

Risultati che è stato possibile raggiungere soltanto grazie ad una rete sempre più ampia di collaborazioni e di partner che hanno arricchito il Festival di diversi sguardi ed esperienze. Si ringraziano in particolare la Provincia autonoma di Trento, la Regione Trentino Alto Adige/Suedtirol, il Comune di Trento, la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, Mediocredito Trentino Alto Adige/Suedtirol, l’Arcidiocesi di Trento, il Comune di Arco, il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, Centro informativo per l’immigrazione PAT.