AL VIA LE ATTIVITÀ 2017 PER IL PUBBLICO E LE SCUOLE

Mercoledì, 25 Gennaio, 2017

Ripartono con un fitto calendario di appuntamenti locali e internazionali le attività di Religion Today Filmfestival, che quest'anno si avvia a celebrare il ventennale. Dopo l'intensa trasferta in Bangladesh, nell'ambito della consolidata partnership con il Dhaka International Film Festival, riprendono le proposte per le scuole, a cominciare dai laboratori sul rapporto tra storia, memoria e "cinema dell'Olocausto" condotti con la collaborazione dell'associazione Deina Trentino Alto Adige in occasione della Giornata della Memoria, come anche anche le iniziative per il pubblico in una logica di rete che intreccia sguardi, esperienze e prospettive.

IL DIO CHE SORRIDE
Domani, giovedì 26 gennaio, alle 20.45, sarà il Polo Diocesano Vigilianum (via Endrici 14, Trento), nell'ambito del programma per la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, ad ospitare un nuovo incontro di proiezioni dall'archivio di Religion Today. Saranno commentati tre cortometraggi per approfondire temi e antinomie della fede attraversando geografie e confessioni: una originale proposta per adulti e per ragazzi in collaborazione con gli Uffici diocesani per la Cultura e per l'Ecumenismo e il dialogo interreligioso.

PER CONOSCERE, PER CONOSCERSI
Sabato 28 gennaio, alle ore 16.30, l'appuntamento è nel salone di Villa S. Ignazio (via alle Laste 22, Trento) per il "progetto Film", promosso dall'associazione Amici di Villa S. Ignazio per approfondire alcuni temi cari ai diversi enti che compongono la Fondazione S. Ignazio: un'occasione di incontro e di confronto per condividere una riflessione che muove l'attenzione dalle attività quotidiane verso gli ideali che le guidano. Lo spunto sarà offerto dal film "Due giorni, una notte" (Belgio 2014, 95'), presentato dalla cooperativa Samuele, che si occupa di sostegno e formazione per persone che non riescono, per qualsiasi motivo, a entrare – o rientrare – nel mercato del lavoro; il lungometraggio, firmato dai fratelli Dardenne, sarà commentato anche dalla direttrice artistica di Religion Today, Katia Malatesta.

GOOD BYE LENIN
Tematiche da sempre care al Festival – con al centro la diversità etnico-religiosa tra conflitto e riconciliazione – fanno da sfondo alla partecipazione di Katia Malatesta al Cineforum in programma presso il Teatro San Marco (via San Bernardino 8). Si chiama Good Bye Lenin, con riferimento al celebre film del 2003 di Wolfgang Becker, il breve ciclo che per quattro serate attraverserà le cinematografie di paesi un tempo "oltre Cortina", crogiolo di etnie, nazioni, culture e religioni spesso alla ricerca di una difficile convivenza dopo la caduta del muro di Berlino; la partenza martedì prossimo 31 gennaio, alle 17.30 e alle 20.45, con "Tangerines" (Mandarini) di Zaza Urushadze (Estonia 2014, 87’), che mette in scena la tenace scelta di non abbandonare le proprie case dei due estoni Ivo e Margus nel contesto della guerra georgiano-abcasa - finché il conflitto viene ad abitare proprio sotto il loro tetto.