TORNA "ALTRI SCHERMI" CON "MY MANDALA" AL VIGILIANUM

Giovedì, 4 Febbraio, 2016

Un ladruncolo che si finge monaco buddista nella ricca Taiwan. La pratica controversa dell'utero in affitto su uno sfondo di povertà ed esclusione sociale nel subcontinente indiano. Fede e scetticismo, memoria e riconciliazione in un viaggio surreale che richiama la Shoah degli ebrei di Grecia nel presente della crisi economica. Sono solo alcuni dei personaggi e dei temi di “Altri Schermi”, la rassegna organizzata da Associazione BiancoNero - Religion Today Filmfestival in collaborazione con l’Ufficio Cultura e Ufficio Ecumenismo e Dialogo interreligioso della Diocesi di Trento: un percorso attraverso un cinema indipendente, portatore di visioni di rispetto, dialogo e pace, che invita a mettersi nei panni dell'altro e a guardare la realtà con occhi più critici e attenti, tra culture, credenze, tradizioni e cambiamento.

Il prossimo appuntamento, giovedì 11 febbraio alle ore 20.45 presso il nuovo Polo Culturale Diocesano Vigilianum (via Endrici 14), vedrà la proiezione di My Mandala di Elsa Yang (Taiwan 2013, 103’), in concorso nell’ultima edizione del Religion Today Filmfestival. Il film verrà riproposto in lingua originale con sottotitoli in italiano; l’ingresso è libero e gratuito.

IL FILM 
Kuo Yin esce di prigione dove ha scontato una pena per truffa. Appena fuori si organizza per spacciarsi da monaco buddista e imbrogliare ricchi creduloni. Dopo un’intensa preparazione, incontra per caso la moglie di un ricco uomo d’affari il cui figlio è morto in un incidente d’auto. La donna invita a casa il finto monaco perché li guidi nella preghiera per l’anima del figlio. Progressivamente anche il marito comincia ad apprezzare l’ospite, e lo stesso Kuo Yin si convince di poter davvero aiutare la coppia ad affrontare il dolore della perdita. Quand’ecco che il suo passato bussa alla porta.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI
La rassegna “Altri Schermi” continuerà per tutta la primavera con appuntamenti mensili sempre al Polo Culturale Diocesano Vigilianum. I film – tutti dall’archivio del Religion Today Filmfestival – sono stati selezionati in relazione alle ricorrenze più vicine. Giovedì 10 marzo, in occasione della Festa della Donna, verrà proiettato il film “Mother India” (di Raffaele Brunetti, Italia 2011, 61’) che esplora il tema della maternità dal punto di vista delle donne indiane di diverse caste. Giovedì 14 aprile sarà la volta di “Magic Men” (di Erez Tadmor e Guy Nattiv, Israele 2013, 100’), road movie inaspettato e struggente che segue un anziano ebreo greco insofferente alla religione sulle tracce del proprio passato in compagnia del figlio, famoso rapper ortodosso. Il mese di maggio, in concomitanza con il Festival Biblico, proporrà invece un appuntamento speciale, “Salvezza e popcorn”, alla ricerca delle “tracce bibliche nel cinema blockbuster”, a cura di Katia Malatesta e Leonardo Paris.