BUON 2016 CON LE NUOVE PROPOSTE DI RELIGION TODAY

Domenica, 10 Gennaio, 2016

Un cinema indipendente, portatore di visioni di pace anziché di guerra, di dialogo anziché di scontro, di rispetto e mai discriminazione. È quello caro alla nostra associazione, che nei primi mesi dell’anno riapre le attività con un calendario particolarmente fitto di appuntamenti, dal Trentino a Padova e alla Sardegna. Seguiteci, minuto per minuto, anche sulla nostra pagina Facebook Religion Today Film Festival.

Il prossimo giovedì 21 gennaio, alle ore 20.45 presso il Polo Culturale Diocesano Vigilianum, in via Endrici 14 – Trento, si rinnova l'appuntamento a ingresso libero con “Altri schermi”, in collaborazione con l’Ufficio Cultura ed Università e l’Ufficio Ecumenismo e Dialogo interreligioso dell’Arcidiocesi di Trento: un invito a mettersi nei panni dell'altro, mutare punto di vista, guardare con occhi più attenti, critici, selettivi.

Per questo primo evento 2016, in occasione della Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, la scelta è caduta sul lungometraggio "Marie Heurtin - Dal buio alla luce", che ha ottenuto il premio SIGNIS nel corso dell'edizione 2015 di Religion Today. Il film, diretto da Jean-Pierre Améris, racconta l’isolamento assoluto di un mondo senza suoni e senza immagini attraverso la storia vera della piccola Marie Heurtin, 14 anni, nata sorda e cieca nella Francia di fine Ottocento. Di fronte al parere del medico che la giudica “idiota”, il padre di Marie, modesto artigiano, chiede soccorso all'Istituto di Larnay vicino Poitiers, dove le suore si prendono cura di ragazze sorde. Vincendo lo scetticismo della madre superiora, la giovane suor Marguerite prende sotto la propria ala quel “piccolo animale” dal destino segnato e si dedica con tutta se stessa a liberare Marie dall’oscurità che la avvolge: una maternità spirituale che permette alla “ragazzina selvaggia” di crescere come donna, con dignità, autonomia, consapevolezza, capacità di fare le proprie scelte. Per ogni spettatore, una visione che con semplicità invita a interrogarsi su cosa significhi vivere senza poter vedere, sentire, parlare, arricchendo il lungo dialogo tra cinema e diversità.

Grazie al sostegno del Comune di Trento, è in via di definizione anche un articolato percorso su cinema e Shoah che culminerà il prossimo 27 gennaio, Giorno della Memoria delle vittime dell’Olocausto, con un momento di condivisione e appuntamenti in collaborazione con Deina Trentino Alto Adige. A breve il programma completo.

Mentre riprendono le attività per le scuole, con numerose matinée già fissate in istituti scolastici di tutto il Trentino, il nostro staff si prepara infine a nuove trasferte fuori provincia, nell’ambito della rassegna cinematografica Finestre, inclusa nel progetto «CONDOMINIO URBANO, laboratorio di convivenza permanente nello spazio urbano di Cagliari»; si rinnova infine la collaborazione con il Centro Universitario di Padova per la rassegna INTERRELIGIOUS, quest’anno a titolo “La cura della Terra”.

Da tutto il nostro staff, buon 2016!