Le emozioni delle prime giornate

Sabato, 5 Ottobre, 2019
Religion Today: consegnato venerdì pomeriggio il premio “Ambasciatore del Perdono” al gruppo “Donne di Fede per la Pace”,
fondato dalla regista trentina Lia Giovanazzi Beltrami.
Per il centenario della Campana dei Caduti, a Rovereto, si sono esibiti invece i dervisci Sufi, coinvolgendo anche il pubblico.
 
Sabato, 5 Ottobre 2019 
 
È stata una giornata all'insegna della pace e del dialogo quella di venerdì 4 ottobre al Religion Today Film Festival. La rassegna cinematografica è riuscita infatti a dare spazio a due eventi veramente unici e speciali.
 
Il primo nel pomeriggio, quando nella Sala di Rappresentanza di Palazzo Geremia il gruppo di Donne di Fede per la Pace, fondato dalla regista trentina Lia Giovanazzi Beltrami, è stato premiato in occasione della “Giornata Internazionale del Perdono” con il titolo di “Ambasciatrici del Perdono”, conferito a ognuna delle 16 donne.
Israele, Ghana, India, Eritrea, Stati Uniti d’America, Italia, Turchia e Russia: sono diverse le nazionalità di questo gruppo eterogeneo che ha come scopo la promozione del dialogo, della pace e dell’accoglienza. Il prestigioso riconoscimento in scorse edizioni è stato conferito a personaggi del calibro di Tara Ghandi, Terry Waite, don Luigi Ciotti e Renato Accorinti. A consegnare il premio sono stati Roberto Pagani, uno dei soci fondatori della Associazione ONLUS My Life Design e Claudio Rubini, direttore della “Giornata Internazionale del Perdono”.
“Queste donne hanno scelto di diventare testimoni di come vivere la propria vita e donarla per un senso di unità, superando distinzioni etniche e religiose” racconta Pagani “il perdono che ci hanno mostrato è qualcosa che parte da dentro, prima di tutto con l’accettazione di sé, per poi trasmetterlo alla società”.
Il secondo appuntamento, in serata, è stato invece alla Campana dei Caduti di Rovereto, in occasione del centenario del mausoleo: una vera e propria festa dell’accoglienza e della diversità, incentrata sul dialogo tra religioni, ricordando l’incontro tra
San Francesco e il Sultano.
Sono intervenuti il sindaco di Rovereto Francesco Valduga, il Vescovo di Trento Lauro Tisi e il direttore del Festival Andrea Morghen.
Per l’occasione è stato presentato il film inedito su Gerusalemme e l’incontro tra islam e cristianesimo, “The Encounter” di Lia Giovanazzi Beltrami e Olha Vozna, al quale sono seguiti i 100 rintocchi della Campana e lo spettacolo di danza religiosa dei dervisci sufi, provenienti dal Centro Sufi Rabbaniyya (Germania) e guidati dallo Sheikh Esref Efendi, che hanno coinvolto in un ballo mistico anche tutto il pubblico entusiasta, che è stato benedetto collettivamente dalla massima carica islamica, un momento di grande emozione e coinvolgimento.
Gli appuntamenti di questi giorni saranno sempre al cinema San Marco, per i tanti film in programma e in particolare al Cinema Vittoria di Trento: lunedì 7 ottobre verranno proiettate infatti le pellicole premiate Bangla, Nastro d’Argento per la miglior commedia 2019, assieme a Bismillah, David di Donatello 2018 come miglior cortometraggio Martedì 8 ottobre, il Vittoria dedicherà la serata a Il Vizio della Speranza, vincitore di 3 Nastri d’Argento e del David di Donatello per la miglior attrice non protagonista nel 2019 e a Skin, cortometraggio che ha vinto l’Oscar 2019.
 
Ufficio Stampa Religion Today Filmfestival
Uez Federico
3492855095