FOTOGRAMMI DI MEMORIA PER IL PUBBLICO E PER LE SCUOLE

Sabato, 16 Gennaio, 2016

Continuano le attività dall'archivio di Religion Today: dopo l'appuntamento con il film Marie Heurtin: dal buio alla luce, giovedì 21 gennaio alle ore 20.45 presso il Centro culturale diocesano Vigilianum di Trento, il programma di gennaio prosegue con proposte per il pubblico e le scuole in occasione del Giorno della Memoria, celebrato il 27 gennaio in ricordo delle vittime dell'Olocausto e delle leggi razziali e di coloro che a rischio della propria vita hanno protetto i perseguitati.

La memoria della Shoah passa (anche) attraverso luoghi e immagini. Quanto sappiamo o crediamo di sapere di quella storia, in particolare, è spesso mediato, anche al di là della nostra consapevolezza, dal linguaggio cinematografico. Su queste riflessioni si fonda la proposta dell’associazione BiancoNero che, in collaborazione con l’associazione Deina Trentino Alto Adige, con il sostegno del Comune di Trento, propone a giovani e cittadinanza un percorso, fisico e virtuale, tra i “fotogrammi della memoria”.

MERCOLEDÌ 27 GENNAIO 
Ore 11.00 – ritrovo presso Piazza Dante – MEMOWALK Speciale Giornata della Memoria 
L'associazione Deina Trentino Alto Adige, con il supporto di Arci del Trentino e Anpi del Trentino, organizza il Memowalk, una passeggiata nei luoghi della memoria di Trento che furono teatro dei fatti della Seconda Guerra Mondiale. Una passeggiata audio-guidata della durata di 60 minuti che vuole, attraverso la storia e la memoria, tenere traccia di quello che è stato per contribuire ad ampliare la sensibilità della comunità verso il proprio territorio. La partecipazione è gratuita ed è rivolta a singoli cittadini, gruppi e classi. Si raccomanda la PRENOTAZIONE via mail a trentinoaltoadige@deina.it o telefonicamente al 324.5873813.

Ore 21.00 – Teatro San Marco – CINEMA E SHOAH Giovani ed esperti in dialogo
Dal potere “osceno” delle immagini girate dai nazisti nei campi di concentramento alle più recenti “variazioni” del cosiddetto cinema dell'Olocausto, la settima arte si è assunta spesso il compito di raccontare l'orrore dei lager e dello sterminio. E' questo il tema del laboratorio di educazione all'immagine organizzato dall'Associazione BiancoNero – Religion Today Filmfestival in collaborazione con Deina Trentino Alto Adige. Saranno proprio i giovani partecipanti al percorso a restituire il loro punto di vista al pubblico e alle scuole. Dopo una proiezione pomeridiana per i partecipanti del progetto Promemoria Auschwitz, la serata, a ingresso libero, proporrà un confronto tra generazioni, persone, esperienze attorno alle clip più significative del lungo dialogo tra cinema e Shoah, per poi concludersi con la proiezione del film “When People Die They Sing Songs” in collaborazione con il Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani.

WHEN PEOPLE DIE THEY SING SONGS di Olga Lvoff, Russia, 47’
Sono le musiche del tempo andato a scandire i ricordi di Regina, 93 anni, sopravvissuta all'Olocausto. Proprio quando la sua memoria si indebolisce sotto l’assalto della senilità, Regina, in compagnia della figlia Sonia, intraprende un viaggio nel passato che rivitalizza il rapporto tra le due donne e le aiuta a trovare la forza di guardare avanti. Dopo aver lungamente cercato di dimenticare, madre e figlia ora vogliono ricordare. Affiancata anche da un musicoterapeuta, Regina canta le canzoni yiddish e francesi della sua giovinezza, e il legame madre-figlia, innervato di melodia e di memorie, intreccia con intensità struggente le pieghe della grande Storia.
Premio speciale Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani in memoria di Alex Langer, Religion Today Filmfestival 2015

VENERDÌ 29 GENNAIO Ore 9.00 – Polo Culturale Diocesano Vigilianum – CINEMA E SHOAH Matinée per le scuole
Il percorso di approfondimento su cinema e Olocausto sarà offerto da Associazione BiancoNero – Religion Today Filmfestival e Deina Trentino Alto Adige anche alle scuole del secondo ciclo in collaborazione con l'Ufficio Cultura e l'Ufficio Ecumenismo e Dialogo interreligioso della Diocesi di Trento. L'attività si concluderà con la proiezione del film che ha documentato un nuovo legame tra i sopravvissuti e i loro discendenti, pronti a ricevere sulla propria pelle lo stesso numero di matricola apposto dagli scrivani sugli avambracci dei deportati nei campi di concentramento. Per iscrizioni e informazioni: religion.today@gmail.com.

NUMBERED di Uriel Sinai e Dana Doron, Israele, 55’
Si stima che circa 400.000 persone siano state tatuate ad Auschwitz; oggi i sopravvissuti sono solo poche migliaia. Che significato ha oggi quel numero tatuato sulle braccia dei sopravvissuti, per loro, per I loro figli e i nipoti? Numbered documenta il contesto terribile in cui quei numeri furono assegnati e il significato che hanno assunto oggi per le persone che ci convivono. Protagonista del film diventa il numero stesso e la sua evoluzione come simbolo personale e collettivo dal 1940 ad oggi. Quelle cicatrici, che dovevano distruggere le identità, si trasformano in testimonianze illuminanti, personali e piene di vita.
Miglior Documentario Religion Today Filmfestival 2013