Un'estate di CinemAMoRe

Trento
Venerdì, 20 Giugno, 2014

CinemA.Mo.Re.
Archeologia Montagna Religioni
Ritorna la rassegna estiva che unisce i tre storici  festival di cinema del Trentino
portando il meglio della loro proposta dalla Val di Sella alla Val di Non.
Partenza a Trento il 25 giugno durante le Feste Vigiliane

 

Il cinema è soprattutto un viaggio, nel tempo, nelle geografie, nelle culture e nella infinita varietà delle piccole grandi storie, vere e inventate, che il grande schermo, nel breve spazio di una proiezione, ci fa sentire vicine. Nel buio della sala di proiezione si raggiungono i confini del mondo, si viaggia nel passato (o nel futuro), ci si immedesima in uomini, donne e bambini che vivono in contesti a volte lontanissimi dalla nostra  quotidiana esperienza.

Accomunati dalla passione per questo strumento visionario, i tre storici festival di cinema del Trentino, attingendo alla ricchezza di archivi che ormai contano migliaia di titoli giunti da ogni continente, uniscono le forze per rendere questo viaggio ancora più vario e sorprendente, spaziando dalle alte quote alle più remote comunità religiose, dall’attualità più scottante alla ricostruzione di civiltà scomparse, senza però rinunciare a indagare temi, linguaggi, soluzioni comuni.

È questa l’ambizione di CinemA.Mo.Re. (Archeologia, Montagna, Religioni), il progetto di coordinamento tra il Trento Film Festival, la Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto e il Religion Today Filmfestival promosso dall’Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento. Giunta alla sua quinta edizione, la rassegna estiva si prefigge di far conoscere in tutto il Trentino, anche in un’ottica di formazione del pubblico, un “patrimonio” cinematografico originale e innovativo, con film scarsamente rappresentati nei circuiti commerciali.

Ancora una volta il primo appuntamento si svolgeà nell’ambito delle Feste Vigiliane e porterà il cinema nel cuore del centro storico di Trento.

La serata, mercoledì 25 giugno alle 21 presso la Sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, in via Garibaldi 33, si aprirà con un piccolo capolavoro israeliano di appena tre minuti, Loose Ends, di David Reinlib. La kippah è un simbolo ebraico di riconoscimento della presenza di Dio. Ma nel film un bambino intraprendente saprà tirare il filo della propria tradizione e trasformarlo in qualcosa di nuovo. Il secondo film a essere proiettato sarà Vigia, del giovane regista svizzero Marcel Barelli, che con matita, videocamera e una grande simpatia racconta il piccolo testamento del nonno, la storia di una buffa ape, “vigia” in dialetto ticinese. La serata si concluderà con un avvincente documentario: Il crepuscolo delle civiltà. La fine dell’età delle piramidi, primo episodio di un’imponente produzione della televisione francese, che mostra quanto le crisi e i crolli sopravvenuti nel passato siano il frutto di problematiche universali.

La rassegna proseguirà fino a settembre, dalla Val di Sella alla Val di Non, coinvolgendo  fattivamente enti locali, musei e associazioni locali; tra le novità si segnala la collaborazione con Arte Sella per un evento nella suggestiva cornice della Val di Sella.

 

Informazioni: Associazione BiancoNero - Religion Today Filmfestival
0461.981853 / cinematrentino@gmail.com
www.cinematrentino.blogspot.com

 

mercoledì 25 giugno ore 21
Trento, Sala conferenze della Fondazione Caritro, via Garibaldi 33

Loose Ends, di David Reinlib, Israele 2012, 3’
Cosa può diventare una kippah nelle mani di un bambino innamorato?

Vigia, di Marcel Barelli, Svizzera 2013, 8'
Quando il nonno di un disegnatore racconta la storia di un'ape.

Il crepuscolo delle civiltà. La fine dell'età delle piramidi, di Frédréric Wilner, Francia 2013, 52'
Un avvincente documentario su una crisi ben più grave della nostra.
 

martedì 22 luglio ore 21
Sanzeno, Museo Retico

It Pays to Stay Sharp, di Jon Spaull, UK 2013, 15'
L'incredibile viaggio di un arrotino verso il successo e ritorno.

La montagna magica. Sul cammino di Kailash, di Florence Tram e Simon Alliur, Francia 2013, 53'
Il monte nel cuore dell'Himalaya che unisce da millenni pellegrini buddisti e induisti.
 

sabato 26 luglio ore 21
Caldonazzo, Giardini della Torre di Sicconi

Bienaventurados, di Andres Pasman, Argentina 2012, 14’ 
Due bambini in viaggio verso la speranza lungo il delta del Paranà.

Vincersi, di Mirko Giorgi e Alessandro Dardani, Italia 2014, 46'
La storia di un gruppo di giovani atleti non vedenti con la passione per l'arrampicata.
 

martedì 29 luglio ore 21
Fiavé, Museo delle palafitte

Where Is the Heaven, di Fatemeh Ghadiri Nezhadian, Iran 2013, 13'
Il commovente “dialogo” tra un bambino afgano e un soldato della Nato.

Eufronio racconta la guerra di Troia, di Franco Viviani, Italia 2013, 17'
Il celebre racconto omerico rivive attraverso le figure animate del grande vasaio greco.

Kamilet, di İlkay Nişancı, Turchia 2013, 30'
Un viaggio contemplativo nella valle che il WWF ha inserito tra le cento più preziose foreste d'Europa.
 

sabato 16 agosto ore 20.30
Val di Sella (Borgo Valsugana), Malga Costa, Arte Sella

La lampe au beurre de yak, di Hu Wei, Francia 2013, 16'
Un giovane fotografo ambulante coinvolge alcuni nomadi tibetani in un curioso servizio fotografico.

Semalu, di Jimmy Hendrickx, Malesia-Belgio 2013, 20’
Ritratto dei bambini di Cheras, grigia periferia urbana di Kuala Lumpur, dove un tempo cresceva la giungla.

La grotta di Chauvet svelata dal 3D, di Pedro Lima e Philippe Psaïla, Francia 2011, 13' 
I più antichi disegni dell'umanità studiati con le più moderne tecniche di computer grafica.
 

giovedì 11 settembre ore 21
Pomarolo, Teatro comunale

35, di Nasa Koski, Austin Siadak, Matt Van Biene, USA 2013, 5'
35 anni di vita di un grande arrampicatore e scrittore concentrati in 5 minuti.

Sulle tracce del mito. Cercando Ulisse a Itaca, di Lorenzo d'Amico de Carvalho, Italia 2013, 53'
Un documentario insieme fresco e formativo sulle tracce del viaggiatore per eccellenza.
 

venerdì 26 settembre ore 21
Arco, Palazzo dei panni

Mountains Will Move, di Douglas McCann, USA 2013, 30'
All'ombra delle vette più alte dell'Africa un gruppo di giovani donne si mette in marcia per cambiare le cose.

La sposa, di Joël Curtz, Francia/Italia 2012, 32'
La ricostruzione della performance itinerante di Pippa Bacca, interrotta tragicamente nel 2008.