NOMADELFIA

Trento
Sabato, 1 Gennaio, 2005
Un popolo che vive la legge della fraternità, secondo il Vangelo 
 
“Nomadelfia” viene dal greco: significa “legge della fraternità”.
 
Su questa legge don Zeno Saltini (1900 – 1981) ha fondato un nuovo popolo.
 
È una popolazione di 300 persone, 50 famiglie, che attualmente hanno costituito un piccolo paese su un territorio di 4 Km2 in Toscana vicino a Grosseto. È un popolo diverso, "nuovo", perché formato da persone volontarie: cattolici che vivono insieme per essere fermento di una nuova civiltà fondata sul Vangelo.
Per la Chiesa Cattolica è una “associazione privata” e una parrocchia comunitaria. 
Per lo Stato è un'associazione civile. 
 
Le famiglie sono aperte all'accoglienza di figli in affido e vivono assieme ad altre quattro o cinque nel “gruppo familiare”. Il gruppo familiare è la realtà fondamentale di Nomadelfia; è una soluzione perché una famiglia è di sostegno all'altra, specialmente nell'attenzione alle persone più deboli: i bambini e gli anziani. Non più ospizi, orfanotrofi, senza tetto: oltre 5000 minorenni sono stati tolti dalla strada o dal carcere dando loro una famiglia.
 
In Nomadelfia non esiste proprietà privata, ma nella fraternità tutti i beni sono in comune secondo la preghiera di Gesù all'Ultima Cena: “Padre, tutto quello che è mio è tuo, tutto quello che è tuo è mio. Così siano essi.”
 
Non vi è ammessa nessuna forma di sfruttamento: uomini e donne lavorano nelle aziende, in casa, nei laboratori, negli uffici della comunità, senza ricevere una paga. Non si può pagare il fratello. E secondo questo spirito, tutti i lavori che si possono compiere insieme vengono eseguiti da tutta la popolazione.
 
I figli di Nomadelfia frequentano la “scuola familiare”, gestita sotto la responsabilità dei genitori, e si presentano poi agli esami. L'obbligo scolastico, da molto tempo, è stato portato a 18 anni.
 
La vita di Nomadelfia è una proposta: invita tutti a vivere la legge della solidarietà umana universale e i cristiani a vivere coerentemente il Vangelo.
 
Nomadelfia si trova al km. 8 della Strada Statale 223 Grosseto-Siena.
Per raggiungerla:
- dalla SS 1 Aurelia uscire a Grosseto-Roselle per Siena
- dalla A1 Autostrada del Sole uscire a Firenze Certosa, prendere la superstrada per Siena e poi per Grosseto