Shambala

regista: 
Artykpai Suiundukov
nazione: 
Kirghizistan
anno: 
2019
categoria: 
film
durata: 
86'
edizione festival: 
2021
Basato sulla storia "White Ship" di Chingiz Aytmatov, il film «Shambala» in lingua kirghisa significa: "sham" candela e "bala" ragazzo, bambino. Cioè, letteralmente "il ragazzo candela" o "un ragazzo che emette luce". Shambala crede fermamente nell'antica fiaba, il mito della Madre Cervo, che ha salvato l'ultimo bambino della loro parentela dai suoi nemici e lo ha nutrito con il suo latte. Nonostante nel tempo le persone abbiano ucciso i cervi, il ragazzo continua a credere e non vede l'ora che un giorno i cervi torneranno ancora. La trama del film si basa sulla tragedia avvenuta nell’antico mito della cerva, che salvò il bambino dalla morte e gli diede da mangiare il proprio latte per aiutarlo a sopravvivere. È una parabola distintiva sul crimine e la punizione. È un avvertimento, un sentimento panteistico della fauna selvatica, che è percepibile in ogni albero e in ogni animale.