La Giuria

Elaheh Nobakht, Iran

 

Elaheh Nobakht è una delle donne pioniere dell'industria cinematografica iraniana. È il CEO della International Production and Distribution Film Company, ELI Image. È anche un membro attivo dell'Iranian Producers Association (IPA) e membro dell'Iranian documentary producer Association (Aoidp), oltre che membro della giuria di vari festival cinematografici internazionali come l'International Oriental Film Festival di Ginevra Svizzera, il Beirut International Women Film Festival, Labanon and Mena International Film Festival – Paesi Bassi.

Ha prodotto 6 lungometraggi e 3 cortometraggi, il documentario "Beloved", selezionato in IDFA, Berlinale, HotDocs 2019 e in più di 65 festival internazionali di cinema.

Co-produttore di "Holy Bread" selezionato nel concorso IDFA di media lunghezza 2020, Zagabria docs.

Collabora anche con Francia, Norvegia, Germania per le sue nuove produzioni.

Distributore di "Finding Hot docs 2021. Zagreb dox 2021 Finding Farideh ", candidato ufficiale iraniano all'Oscar 2020. È inoltre il distributore internazionale del film documentario "Finding Farideh" che è stato il candidato ufficiale del cinema iraniano all'Oscar 2020.

 

Diana Ashimova, Kazakistan

 

Direttrice artistica del Bastau International Festival di film studenteschi e prime. Co-fondatrice di “Kazakhstan Cinema” LLP. Consulente del programma internazionale sull'Asia centrale per Cairo IFF, fondatrice della compagnia cinematografica A Team. Membro NETPAC.

 

Mustafa Cenap Aydin, Turchia

 

Studioso-attivista (Sociologia della religione, relazioni interreligiose, diversità e inclusione)

Nato e cresciuto a Istanbul, vive a Roma dal 2004. Co-fondatore e direttore dell'Istituto Tevere, centro di studi interreligiosi. Coordinatore accademico presso l'Istituto Internazionale Jacques Maritain, centro di studi sui diritti umani, la democrazia e la società civile. Membro del Consiglio Direttivo Nazionale di Religioni per la Pace Italia. Relatore pubblico -offline/online- su dialogo, libertà religiosa, educazione alla pace, diversità e inclusione, convivenza pacifica in Italia, in Europa e nel mondo (USA, Kenya, Georgia, Thailandia, India, Australia, Argentina ecc.) lavorando con quattro lingue (italiano, inglese, tedesco, turco). Ha ideato e diretto diversi eventi artistici e musicali per promuovere la comprensione interreligiosa. Co-fondatore e creatore di contenuti del progetto I Passi del Dialogo. Docente presso diverse università italiane e vaticane nonché presso EUCA Summer School presso l'Università di Cambridge, UK. Ha publicato recentemente: "Parlare di islam a scuola" nel libro Gli Studenti Musulmani a Scuola, a cura di Antonio Cuciniello e Stefano Pasta (Carocci, 2020)

 

Milijan Gocic, Serbia

 

Miljan Gogic si è laureato in Management in Production and Media, all’Accademia di Arti di Belgrado, nel 2010.

Nel 2014 ha iniziato la sua carriera da regista, e come autore e regista ha firmato diversi documentari per i quali è stato premiato più di 10 volte in festival internazionali di documentari negli Stati Uniti, Russia, Ucraina, Svezia, Montenegro, Serbia, ecc.

Dal 2017 lavora come direttore del festival internazionale del documentario a Zajecar, Serbia. Attualmente sta lavorando al suo documentario, Ascent.

 

Lidia Magni, Italia

 

Lidia Magni è responsabile della comunicazione della Sezione Migranti e Rifugiati. Laureata in Scienze della Comunicazione e diventata giornalista professionista, per oltre 10 anni ha raccontato la realtà attraverso parole e immagini. Affascinata dal lavoro della Sezione nel promuovere l’incontro con l’altro, comunica il fenomeno migratorio nei suoi aspetti più positivi. Sostenitrice della verità, descrive l’onestà e la rettitudine di chi accoglie e viene accolto convinta che raccontando il Bene si può costruire un mondo migliore.