RELIGION TODAY 2005: A ROMA L’ANTEPRIMA DELL’OTTAVA EDIZIONE

Trento
Giovedì, 6 Ottobre, 2005
Anche nella capitale sarà quest’anno possibile avere un piccolo ma significativo assaggio del Festival Internazionale di Cinema e Religione Religion Today.
Giovedì 13 ottobre 2005, presso l’Istituto Patristico Augustinianum, in via Paolo VI 25 a Roma, saranno infatti proiettati alcuni dei film che parteciperanno al concorso trentino.
La giornata di anteprima inizierà alle ore 16, con una presentazione del Festival cui prenderanno parte Giuseppe De Carli (capo struttura Rai Vaticano) in rappresentanza della Giuria, il presidente di Religion Today, don Massimo Manservigi, il direttore artistico Lia G. Beltrami e il capo ufficio stampa Roberto Farina. Motivazioni ed obiettivi del festival, presentazione dei film e del programma della manifestazione trentina saranno gli argomenti di questo primo momento.
Seguirà la consegna, a cura del CINIT, del premio Religion Yesterday alla memoria di Diego Fabbri, che ha collaborato da sceneggiatore alla storia del miglior cinema italiano e internazionale, lavorando con autori del calibro di Antonioni, Zampa, René Clement, Marco Ferreri, senza contare il lungo sodalizio con Rossellini (che lo portò a un passo dall’Oscar per la sceneggiatura del Generale della Rovere nel 1961), fino all’ultimo soggetto, scritto per Krzystof Zanussi, Da un paese lontano. Chiuderà la premiazione la proiezione del cortometraggio Chi è Dio di Mario Soldati per la sceneggiatura di Diego Fabbri e Cesare Zavattini.
Dopo un cocktail a base di vini trentini, saranno offerti agli intervenuti una selezione di alcuni film che saranno in concorso al festival la settimana successiva. La scelta dei film, per non influenzare la giuria, è stata effettuata in base a criteri di rappresentatività di fedi e culture, nonché di durata:
 
CEHEL MANBRAN di M. Sadrzadeh (Iran, 6’, Cortometraggio, Islam)
La celebrazione della memoria della sorella dell¹Imam Hossein, nipote di Maometto;
.
A SHABBOS MOTHER / UNA MADRE DI SABATO di Inbar Namdar (Israele, 27’, Cortometraggio, Ebraismo)
Tre sorelle con storie molto diverse si incontrano a casa della madre per i riti del Sabato;
 
SKY BURIAL / SEPOLTURA DEL CIELO di Ellen Bruno (USA, 12’, Documentario, Buddismo)
L¹usanza funebre più comune nel Tibet è la sepoltura del cielo, “facendo l¹elemosina agli uccelli”: i corpi dei defunti vengono offerti agli avvoltoi, come ultimo gesto di generosità;
 
SANTISIMA MUERTE di Cinzia D’Auria (Italia, 40’, Documentario, Religioni precolombiane/ Cattolicesimo)
I primi di novembre si svolge in Messico la tradizionale “Festa dei Morti”. In un clima festoso si porta cibo ai defunti, si costruiscono altari e ci si maschera, attendendo la visita dei propri cari morti;
 
L¹AMORE E¹ UNA SCELTA di D.Masterson (Canada, 28’, Documentario, Cattolicesimo)
Moglie, madre, dottore… l’incontro con la scelta d¹amore di santa Gianna Beretta Molla, che scelse di sacrificare la propria vita per salvare il bambino che portava nel suo grembo.
 
Numerosi ospiti del mondo del Cinema, di quello delle Religioni, della Cultura e le Rappresentanze Diplomatiche di alcuni Paesi dei film che si contenderanno il Gran Premio “Nello Spirito della Fede” e gli altri riconoscimenti parteciperanno all’evento.